NEWS | Employability

Mariavittoria, dai banchi di Lettere a volto di Sky

11 maggio 2022

Mariavittoria, dai banchi di Lettere a volto di Sky

Condividi su:

Dal canale Class CNBC (507 di Sky) va in onda settimanalmente conducendo Detect, il primo programma della tv italiana dedicato alla cybersecurity, e Sanità Next, in cui tratta i temi connessi alla telemedicina, all’Intelligenza Artificiale, big Data e nuove tecnologie, curando servizi e contenuti assieme allo staff di produzione.

Prima e durante ha collaborato con importanti testate nazionali, quotidiani e riviste, come il Corriere della Sera (nelle redazioni di Milano, Firenze e Brescia) e il magazine Lampoon.

Lei è Mariavittoria Zaglio, alumna della sede bresciana dell’Ateneo, laureata in Filologia moderna con una tesi magistrale “sulla disinformazione, la fake news e il giornalismo moderno” di cui è stato relatore il giornalista Rai e docente di Media e informazione, Pierluigi Ferrari.

Nata sul Lago di Garda nel 1993, il primo approccio al mondo del giornalismo lo ha avuto grazie allo stage curriculare proposto dalla docente di Storia della radio e della televisione, Paola Abbiezzi, che le ha aperto le porte di Studio Aperto (Mediaset) dove per tre mesi ha collaborato con la redazione del noto programma di Italia 1.

Sempre a Mediaset, durante il 1° anno del biennio Magistrale, ha svolto l'esperienza di stage all'intero della redazione esteri del TG, mentre al 2° anno di corso «il progetto Exchange Unicatt mi ha portata a passare 6 mesi negli Stati Uniti, alla scuola di giornalismo della Virginia».

Dopo la laurea in Cattolica è stata la volta dell’ammissione alla prestigiosa Scuola di Giornalismo Walter Tobagi, dove Mariavittoria ha ultimato il suo percorso di formazione per poi accedere all'esame di Stato e diventare giornalista professionista.

«In questo contesto ho avuto la possibilità di svolgere un secondo stage, questa volta per la carta stampata, per l’edizione fiorentina del Corriere della Sera. Da lì l’evoluzione naturale è stata approdare a quella della mia provincia, Brescia, con cui ho collaborato come freelance per circa un anno».

Non solo, perché dall’estate del 2021 da Brescia passa poi alla redazione centrale di Milano.

«Un’esperienza molto stimolante che mi ha permesso di seguire in prima persona fatti di cronaca assai diversi, dagli eventi al Teatro alla Scala, alle questioni relative la viabilità, sino all’incendio del grattacielo di via Antonini il cui servizio si è guadagnato la prima pagina» racconta.

Un bouquet di esperienze professionali di alto livello in cui, tra i reportage per le pagine dei quotidiani e la conduzione televisiva, hanno trovato spazio anche i contenuti editoriali realizzati per Lampoon Magazine, per cui scrive di moda, prestando particolare attenzione al filone della sostenibilità.

«Una collaborazione iniziata con un progetto d’approfondimento sulla filiera della canapa tessile ed ampliata arrivando a parlare di moda, ambiente e impresa» conclude Mariavittoria. 

Un articolo di

Bianca Martinelli

Condividi su:

Newsletter

Scegli che cosa ti interessa
e resta aggiornato

Iscriviti